Breva a Tivan

SHARE
, / 1016 0

Prima di passare alla seconda parte del nostro breve excursus sui venti lacustri (abbiamo parlato qui dei cosiddetti “buoni”), ecco il testo di una delle più famose canzoni del cantautore laghee Davide Van de Sfroos, ospite a Gravedona un mese fa.

La poesia usa metaforicamente i due venti più conosciuti del Lago di Como per descrivere  una condizione interiore del protagonista che, in balia di tutto quello che gli capita attorno e forse un po’ stufo degli alti e bassi della vita, si lascia andare con la sua barca quasi godendo nelle avversità.

Dopo il testo originale in dialetto, potete trovare la traduzione in italiano.

Breva e Tivan

Bréva e Tivàn, Bréva e Tivàn,

la vela la se sgùnfia e’l timòn l’è in’di mann,
Valteléna ciàra e Valteléna scüra,
l’è una partida a dama cun’t el cieel che fa pagüra…

Sòlti in söe l’unda e pö se làssi nà…
el soo che fra un pezzètt el tàca a tempestà,
el soo che in söe la riva i henn là tücc a pregà,
me ciàpen per un màtt che vöer dumà negà…

E la barca la dùnda e la paar che la fùnda,
che baraùnda vèss che in mèzz al laagh…
El laach che l’e’ balòss, el laach che’l tradìss,
el fülmin lüsìss e’l cieel el tusìss…

Brèva e Tivànn. Brèva e Tivànn,
i tìren e i mòlen e i te pòrten luntàn,
vàrda de scià e vàrda de là,
la spùnda la ciàma ma la barca la và…

Ma urmài sun chè… in mèzz al tempuraal
tuìvess föe di bàll che a me me piaas inscè…
E urmài sun chè… in mèzz al tempuraal
tuìvess föe di bàll che a me me piaas inscè…

 

Breva e Tivano

Breva e Tivano, Breva e Tivano,
La vela si gonfia, e il timone è nelle mani
Valtellina chiara Valtellina scura,
è una partita a dama con il cielo che fa paura

Salto sull’onda e poi mi lascio andare
Lo so che tra un attimo arriva la tempesta,
lo so che sulla riva tutti stanno pregando,
mi credono per un matto che vuole solo annegare.

E la barca dondola, sembra che affondi,
che baraonda stare qui in mezzo al lago.
Quel lago che è furbo, quel lago traditore,
Il fulmine scintilla, il cielo tossisce.

Breva e Tivano, Breva e Tivano
tirano e mollano e ti portano lontano,
guarda di qua e guarda di là
la sponda chiama ma la barca se ne va.

Ma ormai sono qui in mezzo al temporale,
andate fuori dalle palle che a me piace così
Ma ormai sono qui in mezzo al temporale,
andate fuori dalle palle che a me piace così.

реклама гугл адвордс